Festival Verona Tessile

Edizione 2019

    Si è svolto dal 25 al 28 aprile 2019 la quinta edizione di Verona Tessile, la rassegna di patchwork quilting e arte tessile organizzata dall’Associazione Ad Maiora, che ha portato a Verona artisti da tutto il mondo.

Ospitato nelle splendide sedi del centro storico cittadino - da Palazzo della Gran Guardia al Palazzo della Ragione, dalla Chiesa di San Francesco al Corso e il Museo degli Affeschi alla Tomba di Giulietta a Santa Maria in Chiavica – il festival ha offerto ai visitatori la possibilità di ammirare opere talvolta mai esposte in Italia.

Vedi le Opere Esposte

Quest'anno abbiamo avuto la presenza dei quilt Amish appartenenti alla collezione Légeret con quilt provenienti direttamente dalle famiglie Amish e Mennonite della Pensilvania e dell’Indiana negli Stati Uniti. Monsieur Légeret ha vissuto a lungo nella comunità Amish e scritto tre libri sulla loro cultura e le loro tradizioni. Della collezione fa parte anche uno dei quilt Amish più antichi conosciuti al mondo, che risale al 1880.

Il Festival ha ospitato anche la Guild Ungherese del patchwork.  I tessuti artigianali della pluricentenaria tradizione ungherese vengono stampati in indaco con forme di legno intagliate e sono i protagonisti di meravigliosi quilt giocati tutti nei toni del bianco e blu. I quilt ungheresi sono stati esposti per la prima volta in Italia dopo esser stati negli Stati Uniti e in molti Paesi Europei nelle più importanti manifestazioni artistiche.

 

Bellissima la mostra personale dell’artista statunitense Joe Cunningham, studioso di fama internazionale che ha iniziato la sua carriera nel 1979 e da una prima fase di studio e lavoro sulle tecniche tradizionali negli anni ha sviluppato uno stile personale e unico. Le sue opere sono esposte in alcuni dei principali musei e collezioni private. Autore di numerosi libri, tiene regolarmente convegni di storia dei quilt e laboratori sia a livello nazionale che internazionale.

Da tutto il mondo sono arrivate le Finestre Migranti, un progetto che, attraverso una semplice arte di piegatura del tessuto importata dall’Oriente, si propone di  essere momento di riflessione e confronto sul tema delle migrazioni.


Prosegue ancora il lavoro dedicato alla Divina Commedia dantesca. Nella scorsa edizione di Verona Tessile, numerosi  artisti  italiani hanno interpretato i canti dell’Inferno, quest'anno si sono cimentati con il Purgatorio e il Paradiso.

 

Quilt Italia, l’associazione nazionale italiana che raggruppa varie associazioni regionali e singoli quilter, ha allestito una mostra dedicata a “Tappeti di pietra…”, un viaggio attraverso la storia dell’arte italiana prendendo spunto dai pavimenti che ornano chiese e dimore storiche della nostra penisola.


Parma e Portogruaro hanno portato al Festival associazioni di quilter che si dedicano da anni al tradizionale e all’arte tessile con una selezione di lavori che ne illustrano le attività e le finalità.

 

Il Concorso internazionale Laudato Si’ · Da Francesco a Francesco ha raccolto le opere che interpretano l’amore per il creato e la necessità di rispettarlo e preservarlo per le generazioni future.


Sono state poi organizzate conferenze, visite guidate alle mostre, workshop e presentazioni di libri, eventi collaterali che hanno offerto ai visitatori la possibilità di coniugare la visita alla splendida città di Verona attraverso le trame tessili degli eventi svolti durante il Festival.

Scopri il Sito del Festival  »